Terzo incontro: la matrice della fattibilità dei progetti proposti

12 marzo 2018

La riunione si è aperta alle 17:00.
L’obiettivo della terza riunione era di definire più nel dettaglio, in modo condiviso, le prime idee di progetto proposte dai ragazzi per i due temi di Esof2020 – Trieste Capitale della Scienza e del Centenario delle fine della Prima Guerra Mondiale.

L’incontro si è aperto in sessione plenaria con la presentazione dei temi proposti dai Consiglieri nel corso dei focus group della riunione del 27 febbraio 2018. I faclitatori hanno proposto ai ragazzi la costruzione di unamatrice della fattibilità, nella quale nelle righe sono stati collocati i progetti e nelle colonne gli elementi necessari per la costruzione dei progetti.
Gli elementi nelle colonne erano i seguenti:

  • cosa – ovvero il progetto proposto;
  • chi – ovvero i soggetti (persone, esperti, tecnici, gruppi, associazioni, enti, etc) da coinvolgere;
  • tempo – ovvero la valutazione di quanto tempo sia necessario per organizzare le attività di progetto (3/6 mesi; 6/12mesi; più di 12 mesi);
  • quanto – ovvero quanti soldi siano necessari per realizzare il progetto (meno di 5 mila euro; tra 5 e 25 mila euro; più di 25 mila euro);
  • dove – ovvero di quali spazi (pubblici/privati, grandi/piccoli) il progetto ha bisogno;
  • come – ovvero i mezzi/attrezzature di cui c’è bisogno.

Per ciascuna colonna si è ragionato sia per individuare nello specifico gli elementi richiesti (ad esempio le persone, i luoghi, le attrezzature)
sia per definire se, rispetto agli elementi proposti, l’organizzazione del progetto comporti una difficoltà bassa/media/alta. Tale indicazione
è stata espressa attraverso tre post-it di colore diverso:

giallo=bassa;
arancione=media;
rosso=alta.

La matrice serviva sia per iniziare a delineare le idee progettuali sia per mettere in evidenza il grado di complessità/difficoltà di realizzazione dei singoli progetti.
Alla fine della attività di progettazione sulla matrice è stato chiesto ai Consiglieri di votare per le idee che ritenevano più importanti/interessanti. Ciascun Consigliere ha ricevuto 4 bollini azzurri corrispondenti a 4 voti: i voti potevano essere dati tutti allo stesso progetto o distribuiti in numero variabile sui progetti preferiti.
Uno dei progetti proposti (sfliata sulla Prima Guerra Mondiale) è stato cancellato dalla lista delle proposte, ritenendo i Consiglieri che non fosse più interessante, dopo averne valutato la complessità e pericolosità.
Dopo le votazioni i Consiglieri sono stati invitati a scegliere il progetto preferito e a dividersi in gruppi: ciascun gruppo si occuperà, nei prossimi mesi, della definizione specifica del suo progetto che sarà infine presentato in Giunta a giugno per verificare l’interesse dell’Amministrazione a sostenerlo ed implementarlo.

Come ultima attività è stato chiesto ai Consiglieri di riflettere su quali sono i reali canali di comunicazione attraverso i quali i ragazzi della loro età ricevono e si scambiano notizie ed informazioni (escluso WhatsApp) e quali canali di comunicazione funzionano all’interno della loro scuola (Sito? Bacheca? Giornalino? Radio?); e di inviare una mail con tali informazioni a: ccrr@comune.trieste.it

La riunione si è chiusa alle ore 19:00

Relazione [pdf]

CCRR_terzo incontro 08_la matrice della fattbilià 6 CCRR_terzo incontro 09_progetti prioritari 1 CCRR_terzo incontro 10_progetti prioritari 2 CCRR_terzo incontro 11_progetti prioritari 3 CCRR_terzo incontro 12_divisione in gruppi 1 CCRR_terzo incontro 13_divisione in gruppi 2 CCRR_terzo incontro 14_compiti per casa!