Sesto incontro: interviste ai testimoni privilegiati – incontro con esperti di orienteering

18 aprile 2018

TEMA: ESOF2020 Trieste Capitale della Scienza 2020

Proposta di progetto: Orienteering scientifico in Porto Vecchio
Organizzare un evento di orienteering con lanterne che richiedano il superamento di un esperimento scientifico.
L’evento potrebbe essere organizzato in Porto Vecchio, dove ha sede l’ESOF 2020, o all’interno della manifestazione Next 2019, promossa dal Comune di Trieste. Con questa idea progettuale si vuole partecipare alla Call for Proposal di PROESOF in scadenza il 30 aprile 2018 (http://www.proesof2020.eu)
Il Comune di Trieste ha una risorsa interna esperta di orienteering (sig. Biasiol), mentre per la definizione degli esperimenti si potrebbe coinvolgere l’Immaginario Scientifico (sig.Aura Bernardi).

Prima riunione operativa:
mercoledì, 18 aprile 2018 ore 17:00
presso la Sala del Torchio via dei Capitelli n. 4, Trieste.

La riunione ha come obiettivo la definizione dettagliata del progetto e la sua scrittura per la presentazione alla Call for Proposal.
A tal fine saranno presenti:

  • un esperto di orienteering, il sig. Biasiol;
  • un rappresentante del Laboratorio dell’Immaginario Scientifico di Trieste;
  • un rappresentante del Comune di Trieste, Area Educazione.

A loro sarà possibile fare le domande necessarie per dettagliare chiaramente le attività del progetto.

DOMANDE
Tenete sempre a mente lo schema della matrice che abbiamo visto assieme con le domande che aiutano a mettere insieme tutti gli elementi necessari per costruire un progetto:

COSA / CHI / QUANTO TEMPO / QUANTO COSTA / DOVE / COME, CON QUALI MEZZI

  1. Sig. Biasiol: Come funziona una gara di orienteering? Ci sarà un premio? Chi potrebbe sponsorizzarlo?
  2. Comune di Trieste: Chi bisogna coinvolgere per la gestione del traffico?
  3. Immaginario Scientifico: Che esperimenti si potrebbero fare, considerato che siamo all’esterno? Quante stazioni, quante persone servono per gestirle?
  4. Guardiamo la mappa del Porto Vecchio e ipotizziamo un percorso
  5. Lavoro sul bando PRO-ESOF

Relazione [pdf]

CCRR_sesto incontro_tavolo tecnico sull'orienteering  Scientifico 1 CCRR_sesto incontro_tavolo tecnico sull'orienteering  Scientifico 3 CCRR_sesto incontro_tavolo tecnico sull'orienteering  Scientifico 4 CCRR_sesto incontro_tavolo tecnico sull'orienteering  Scientifico 5

Quinto incontro: interviste ai testimoni privilegiati – incontro al Punto di Trieste Città della Conoscenza

12 aprile 2018

TEMA: ESOF2020 Trieste Capitale della Scienza 2020

Proposta di progetto: Giornalino scientifico/della conoscenza.
Giornalino on-line che raccolga articoli scientifici e prodotti (per es. video di esperimenti scientifici, mini documentari scientifici), realizzati dai ragazzi delle scuole di Trieste. L’iniziativa verrà promossa dalle scuole (Dirigenti scolastici degli Istituti Comprensivi), grazie al supporto degli insegnanti referenti per il CCRR. Il progetto promosso dal CCRR prevede che, nel corso del 2019 a cadenza quadrimestrale, la scuola emani un invito a partecipare/concorso per gli studenti, per la presentazione di un prodotto scientifico da pubblicare sul giornalino
Una commissione mista, composta, ad esempio da: un Consigliere del CCRR, un rappresentante di un Ente scientifico, un giornalista, un rappresentante del Comune, un esperto di comunicazione della scienza, sceglierà quali prodotti pubblicare.

Il giornalino potrebbe essere pubblicato e diffuso sul sito diTrieste città della conoscenza (www.triesteconoscenza.it), gestito da Sissa Media Lab e patrocinato dal Comune di Ts.

Prima riunione operativa:
giovedì, 12 aprile 2018 ore 16:00
presso il Punto Trieste Città della Conoscenza
Stazione di Trieste Centrale, Piazza della Libertà n. 11, Trieste.

L’incontro ha come obiettivo la verifica della fattibilità della pubblicazione del giornalino scientifico sul sito https://www.triesteconoscenza.it.
A tal fine saranno presenti:

  • i referenti di Sissa Media Lab
  • un rappresentante del Comune di Trieste, Area Educazione.

DOMANDE
Tenete sempre a mente lo schema della matrice che abbiamo visto assieme con le domande che aiutano a mettere insieme tutti gli elementi necessari per costruire un progetto:

COSA / CHI / QUANTO TEMPO / QUANTO COSTA / DOVE / COME, CON QUALI MEZZI

  1. Sissa Media Lab: Cosa si può pubblicare sul sito (articolo, video, quanto dev’essere lungo?) Quanto spesso pubblichiamo?
  2. Chi potrebbe essere la giuria e come si valuta un prodotto scientifico?
  3. Comune di Trieste: Come raccogliere i materiali prodotti? Come pubblicizzare l’iniziativa presso le scuole?
  4. Come si può scrivere il bando? Ci saranno dei ‘premi’?
  5. Nome: Il giornalino scientifico dei ragazzi di Trieste?

Relazione [pdf]

CCRR_quinto incontro_tavolo tecnico sul Giornalino Scientifico dei Ragazzi_incontro al Punto Trieste città della Conoscenza 1 CCRR_quinto incontro_tavolo tecnico sul Giornalino Scientifico dei Ragazzi_incontro al Punto Trieste città della Conoscenza 2 CCRR_quinto incontro_tavolo tecnico sul Giornalino Scientifico dei Ragazzi_incontro al Punto Trieste città della Conoscenza 3 CCRR_quinto incontro_tavolo tecnico sul Giornalino Scientifico dei Ragazzi_incontro al Punto Trieste città della Conoscenza 3[1] CCRR_quinto incontro_tavolo tecnico sul Giornalino Scientifico dei Ragazzi_incontro al Punto Trieste città della Conoscenza 4 CCRR_quinto incontro_tavolo tecnico sul Giornalino Scientifico dei Ragazzi_incontro al Punto Trieste città della Conoscenza 5

Quarto incontro: interviste ai testimoni privilegiati – visita al Civico Museo de Henriquez

11 aprile 2018

TEMA: Centenario della fine della Prima Guerra Mondiale Proposta di progetto

Workshop aperto
In concomitanza con gli eventi programmati per la celebrazione del Centenario della fine della Prima Guerra Mondiale (4 novembre 2018), il CCRR propone
un evento/workshop, aperto a tutti i ragazzi di Trieste, con delle iniziative di maggior interesse per la fascia d’età ragazzi. All’interno dell’evento saranno proposte diverse attività:

• workshop di fumetto per produrre illustrazioni sul tema della giornata;
• workshop sulla produzione di gif/minivideo e realizzazione di gif/minivideo di ambientazione storica;
• proiezione di video/film storici;
• incontri/interviste con storici e testimonianze dirette;
• presentazione di realtà’ virtuale/video giochi di ambientazione storica.

Si vorrebbe coinvolgere anche gli istituti scolastici superiori di Trieste, attraverso i progetti di alternanza scuola/lavoro, secondo le loro competenze: Volta e Galvani per le video tecnologie, Nordio per il fumetto, Dante per la storia/letteratura, Deledda/Fabiani per la scienza.

Prima riunione operativa:
mercoledì, 11 aprile 2018 ore 16:00 presso il Museo della Guerra per la Pace Diego De Henriquez via Constantino Cumano n. 22, Trieste – da confermare
L’incontro ha come obiettivo informarsi (per coordinarsi) sulle celebrazioni già programmate per il 4 novembre 2018 e raccogliere spunti ed idee sui temi da proporre nei diversi workshop; verificare quali materiali eventualmente sono già disponibili per la realizzazione dell’evento.
A tal fine saranno presenti:

  • Antonella Cosenzi, Responsabile della Posizione Organizzativa “Civici Musei Henriquez e Risorgimento” – Servizio Museo Arte Moderna Revoltella, Musei Civici, Promozione e Progetti Culturali;
  • Patrizia Fasolato, Responsabile della P.O. “Musei Scientifici” – Servizio Musei e Biblioteche del Comune di Trieste;
  • Antonio Giacomin, esperto VR – fluido;
  • un rappresentante del Comune di Trieste, Area Educazione.

DOMANDE
Tenete sempre a mente lo schema della matrice che abbiamo visto assieme con le domande che aiutano a mettere insieme tutti gli elementi necessari per costruire un progetto:

COSA / CHI / QUANTO TEMPO / QUANTO COSTI / DOVE / COME, CON QUALI MEZZI

  1. Comune di Trieste: ci sono attività già programmate per la celebrazione del Centenario della fine della 1 GM al 4 novembre 2018? Se si, quali?
  2. C’è spazio per proporre un’ attività pensata da noi per la nostra fascia d’età?
  3. Museo de Henriquez: avete qualche progetto legato alla VR?
  4. Fluido: Come funziona e che cosa si può fare in VR? Quali sono gli ambiti più interessanti di applicazione?
  5. Ci aiutate ad individuare gli esperti/storici? Avete i loro contatti?
  6. Come possiamo coinvolgere le scuole con l’alternanza scuola/lavoro?

Relazione [pdf]

CCRR_quarto incontro_tavolo tecnico sul centenario della fine della 1GM 1 CCRR_quarto incontro_tavolo tecnico sul centenario della fine della 1GM 2 CCRR_quarto incontro_tavolo tecnico sul centenario della fine della 1GM 3 CCRR_quarto incontro_tavolo tecnico sul centenario della fine della 1GM 4 CCRR_quarto incontro_tavolo tecnico sul centenario della fine della 1GM_sopralluogo al Museo Civico de Henriquez 1 CCRR_quarto incontro_tavolo tecnico sul centenario della fine della 1GM_sopralluogo al Museo Civico de Henriquez 3 CCRR_quarto incontro_tavolo tecnico sul centenario della fine della 1GM_sopralluogo al Museo Civico de Henriquez 4

Terzo incontro: la matrice della fattibilità dei progetti proposti

12 marzo 2018

La riunione si è aperta alle 17:00.
L’obiettivo della terza riunione era di definire più nel dettaglio, in modo condiviso, le prime idee di progetto proposte dai ragazzi per i due temi di Esof2020 – Trieste Capitale della Scienza e del Centenario delle fine della Prima Guerra Mondiale.

L’incontro si è aperto in sessione plenaria con la presentazione dei temi proposti dai Consiglieri nel corso dei focus group della riunione del 27 febbraio 2018. I faclitatori hanno proposto ai ragazzi la costruzione di unamatrice della fattibilità, nella quale nelle righe sono stati collocati i progetti e nelle colonne gli elementi necessari per la costruzione dei progetti.
Gli elementi nelle colonne erano i seguenti:

  • cosa – ovvero il progetto proposto;
  • chi – ovvero i soggetti (persone, esperti, tecnici, gruppi, associazioni, enti, etc) da coinvolgere;
  • tempo – ovvero la valutazione di quanto tempo sia necessario per organizzare le attività di progetto (3/6 mesi; 6/12mesi; più di 12 mesi);
  • quanto – ovvero quanti soldi siano necessari per realizzare il progetto (meno di 5 mila euro; tra 5 e 25 mila euro; più di 25 mila euro);
  • dove – ovvero di quali spazi (pubblici/privati, grandi/piccoli) il progetto ha bisogno;
  • come – ovvero i mezzi/attrezzature di cui c’è bisogno.

Per ciascuna colonna si è ragionato sia per individuare nello specifico gli elementi richiesti (ad esempio le persone, i luoghi, le attrezzature)
sia per definire se, rispetto agli elementi proposti, l’organizzazione del progetto comporti una difficoltà bassa/media/alta. Tale indicazione
è stata espressa attraverso tre post-it di colore diverso:

giallo=bassa;
arancione=media;
rosso=alta.

La matrice serviva sia per iniziare a delineare le idee progettuali sia per mettere in evidenza il grado di complessità/difficoltà di realizzazione dei singoli progetti.
Alla fine della attività di progettazione sulla matrice è stato chiesto ai Consiglieri di votare per le idee che ritenevano più importanti/interessanti. Ciascun Consigliere ha ricevuto 4 bollini azzurri corrispondenti a 4 voti: i voti potevano essere dati tutti allo stesso progetto o distribuiti in numero variabile sui progetti preferiti.
Uno dei progetti proposti (sfliata sulla Prima Guerra Mondiale) è stato cancellato dalla lista delle proposte, ritenendo i Consiglieri che non fosse più interessante, dopo averne valutato la complessità e pericolosità.
Dopo le votazioni i Consiglieri sono stati invitati a scegliere il progetto preferito e a dividersi in gruppi: ciascun gruppo si occuperà, nei prossimi mesi, della definizione specifica del suo progetto che sarà infine presentato in Giunta a giugno per verificare l’interesse dell’Amministrazione a sostenerlo ed implementarlo.

Come ultima attività è stato chiesto ai Consiglieri di riflettere su quali sono i reali canali di comunicazione attraverso i quali i ragazzi della loro età ricevono e si scambiano notizie ed informazioni (escluso WhatsApp) e quali canali di comunicazione funzionano all’interno della loro scuola (Sito? Bacheca? Giornalino? Radio?); e di inviare una mail con tali informazioni a: ccrr@comune.trieste.it

La riunione si è chiusa alle ore 19:00

Relazione [pdf]

CCRR_terzo incontro 08_la matrice della fattbilià 6 CCRR_terzo incontro 09_progetti prioritari 1 CCRR_terzo incontro 10_progetti prioritari 2 CCRR_terzo incontro 11_progetti prioritari 3 CCRR_terzo incontro 12_divisione in gruppi 1 CCRR_terzo incontro 13_divisione in gruppi 2 CCRR_terzo incontro 14_compiti per casa!

Secondo incontro: focus group sui temi del CCRR

27 febbraio 2018

La riunione si è aperta alle 17:00.
L’obiettivo della seconda riunione era di condividere le informazioni raccolte dai Consiglieri sui due temi proposti dall’Amministrazione e di individuare, attraverso la costruzione di una mappa condivisa, le possibili azioni per la definizione delle proposte progettuali da sviluppare.

L’incontro si è aperto con la rilettura in plenaria dei temi proposti dai Consiglieri e delle relative azioni individuate, come da tabella allegata alla relazione del primo incontro del CCRR tenutosi il 5 febbraio 2018. I temi emersi, e le relative azioni proposte, costituiscono la prima bozza di Piano di Azione del presente CCRR: nel corso del biennio, sarà compito del Consiglio portare avanti quelle azioni ritenute prioritarie che potranno effettivamente essere realizzate; ma sarà necessario prima un confronto con i tecnici, sia interni all’Amministrazione comunale che, se necessario, esterni, che ne verifichino l’ effettiva fattibilità e coerenza.

I Consiglieri si sono successivamente suddivisi in due gruppi, rispetto al tema scelto la volta precedente.

PRIMO GRUPPO: centenario dalla fine della 1^ Guerra Mondiale
Il primo gruppo ha lavorato sul tema condividendo inizialmente quanto portato dai Consiglieri: a partire dalla individuazione di Trieste come porto franco dell’Impero Austro-Ungarico, sono state condivise informazioni storiche rispetto alle nazioni coinvolte nel conflitto e alle diverse battaglie combattute. Le informazioni storiche sono state allegate al cartellone, ma ci si è concentrati soprattutto sull’analisi degli elementi che, già presenti in città, sono legati al tema: i musei, i luoghi, i monumenti, gli istituti di ricerca storica, le persone.
persone.

A partire dalle informazioni raccolte sul cartellone, nella seconda fase di lavoro i Consiglieri hanno messo in relazione le informazioni raccolte e proposto alcune idee di progetti da realizzare finalizzati alla promozione della conoscenza di quel periodo periodo non legata soltanto ai fatti ed agli eventi bellici, ma che comprenda una visione più ampia della storia legandola, per esempio, agli oggetti ed ai fatti della vita quotidiana del tempo.

Di seguito i primi spunti di progetto proposti dal gruppo:

  1. Fare un fumetto sulla vita nelle trincee
  2. Raccontare la Prima Guerra Mondiale e la vita di quel periodo storico attraverso video in realtà virtuale e/o videogiochi interattivi
  3. Organizzare una sfilata con i reperti e gli oggetti del periodo della prima Guerra Mondiale.
  4. Visita didattica al faro della Vittoria

SECONDO GRUPPO: Trieste Città della Scienza 2020
Il gruppo ha iniziato individuando sul cartellone condiviso i soggetti coinvolti nel progetto per ESOF2020, i luoghi dove si svolgeranno le attività, e le tipologie di eventi in programma.

Di seguito i primi spunti di progetto proposti dal gruppo:

  1. Giornalino scientifico per i bambini
  2. Giornata di orienteering scientifico: percorso a tappe con esperimenti scientifici.
  3. Utilizzare mezzi visivi per spiegare temi scientifici: documentari, video in realtà virtuale
  4. Promuove e divulgare attraverso canali efficaci le attività e le visite didattiche proposte dagli istituti scientifici cittadini
  5. Migliorare l’insegnamento della scienza a scuola, anche attraverso laboratori scientifici

In entrambi i gruppi, infine, è circolata un’idea innovativa e molto ambiziosa che deve però ancora essere approfondita: creare un museo che unisca il passato ed il futuro: dove siano trattati i temi legati alla storia della Prima Guerra Mondiale ed al futuro della Città della Scienza.

      Nella parte finale dell’incontro, ciascun gruppo ha condiviso il lavoro fatto sul cartellone: per ciascun tema è stata illustrata la relativa “mappa delle idee” a tutti i Consiglieri presenti, in assemblea plenaria.

Per mancanza di tempo, la prevista votazione delle azioni prioritarie è stata rimandata all’incontro successivo.
La riunione si è chiusa alle 19:00.

Relazione [pdf]

CCRR_secondo incontro_gruppi tematici 1 CCRR_secondo incontro_gruppi tematici 2 CCRR_secondo incontro_gruppi tematici 3 CCRR_secondo incontro_gruppi tematici 4 CCRR_secondo incontro_gruppi tematici 5 CCRR_secondo incontro_presentazione dei risultati 1 CCRR_secondo incontro_presentazione dei risultati 2 CCRR_secondo incontro_presentazione dei risultati 3 CCRR_secondo incontro_presentazione dei risultati 4